Home page - AttivitÓ di ricerca e Seminari - AttivitÓ di Ricerca
 19-Apr-2010   Stampa la pagina corrente   Mostra la posizione di questa pagina nella mappa

AttivitÓ di Ricerca


 
Il CESVI si concentra su ben definite linee di interesse che adottano una chiave di lettura comparativa e si basano su studi empirici sistematici. Attualmente il centro ha due linee di ricerca principali: lo studio del rapporto tra innovazione, università e territorio e le relazioni tra Fondazioni di origine bancaria e lo sviluppo locale.
 
  • Innovazione, università e territorio
Il Centro partecipa alla ricerca "Università, innovazione ed economie regionali" finanziata finanziata con fondi PRIN 2011. Si tratta di un progetto triennale avviatosi nel 2013 che studia il contributo delle università allo sviluppo economico regionale e che intende: disegnare una mappa dei rapporti tra le università italiane e i sistemi economici territoriali; costruire una tipologia dei modelli di relazione tra università e sistemi territoriali; spiegare i meccanismi che agevolano, o ostacolano, tali relazioni.

cittametropolitane

 Nell'ambito del Centro si è svolta la ricerca su "Comuni, interessi locali e pianificazione strategica in Italia" che ha beneficiato di un contributo del MIUR nell'ambito dei Progetti di Interesse Nazionale (PRIN 2004). Quest'indagine aveva per oggetto lo studio dei cambiamenti nella politica locale e nelle politiche dopo un decennio dalla riforma del 1993. In particolare, sono state studiate le principali città metropolitana del paese prendendo in considerazione i cambiamenti nella composizione della classe politica locale e nelle principali politiche svolte dai Comuni in campo economico e sociale.

La ricerca si è conclusa con la pubblicazione del volume "Città metropolitane e politiche urbane". Il volume è stato curato da  Luigi Burroni, Fortunata Piselli, Francesco Ramella e Carlo Trigilia e contiene i contributi di Andrea Biagiotti e Natalia Faraoni, Filippo Barbera e Valentina Pacetti, Terenzio Fava, Alessandro Lattaruolo e Onofrio Romano, Luciano Brancaccio e , infine, quello di Laura Azzolina.

 

Un'altra significativa ricerca riguarda la collaborazione attiva all'organizzazione degli "Incontri di Artimino sullo sviluppo locale", in riferimento a tre edizioni, dedicate specifcatamente al tema dell'innovazione, avviate nel settembre 2008. Ogni edizione degli "Incontri" prevede la presentazione e la discussione, di un Rapporto sullo Sviluppo Locale", elaborato sulla base di una ricerca originale in relazione a temi di frontiera.
Dopo aver esaminato, con l'Edizione e il Rapporto del 2008, le caratteristiche di sistemi territoriali specializzati in produzioni con un'esposizione elevata alle frontiere tecnologiche e scientifiche, l'Edizione e il Rapporto del 2009 approfondiscono le conoscenze sui contesti organizzativi entro cui si muovono gli inventori, sulla loro identità professionale e sociale, e sulle invenzioni che hanno una rilevanza per i sistemi produttivi e i territori dove gli inventori e le loro organizzazioni sono radicati. Il Rapporto del 2010 prosegue l'analisi dei diversi aspetti dei processi di innovazione in relazione alle specificità economiche e sociali dei territori ed esamina alcuni casi tra i più signifcativi di città e aree metropolitane caratterizzate da una forte crescita, negli ultimi anni, di attività legate all'economia della conoscenza e alla cultura.

I Rapporti 2008, 2009 e 2010 sono pubblicati nella collana de il Mulino "Incontri di Artimino sullo sviluppo locale". Il primo volume dal titolo "Imprese e territori dell'alta tecnologia in Italia" è stato curato da Francesco Ramella e Carlo Trigilia e contiene i contributi di Alberto Gherardini, Andrea Biagiotti, Annalisa Caloffi e Francesco Ramella. Il secondo volume, sempre curato da Francesco Ramella e Carlo Trigilia, ha per titolo "Invenzioni e inventori in Italia" e continene i contributi di Andrea Biagiotti e Natalia Faraoni, Francesco Fratto e Francesco Ramella, Luciano Brancaccio e Fortunata Piselli, Laura Azzolina e Anna Maria Zaccaria, Annalisa Caloffi, Alberto Gherardini, Domenico Cirelli, Francesco Guarna, Antonio Guarna, Federico Cozzolino, Alessandro Giorgetti, Claudio Campagna, Gianni Campatelli e Paolo Citti. Il terzo volume, "Le città dell'innovazione. Dove e perchè cresce l'alta tecnologia in Italia", è stato curato da Luigi Burroni e Carlo Trigilia e contiene i contributi di Andrea Biagiotti, Luigi Burroni, Natalia Faraoni e Alberto Gherardini.

copertinaArti08 copertinaArti09copertinaArti10


  • Fondazioni bancarie e sviluppo locale


Il progetto, finanziato dall'Associazione di Fondazioni e Casse di Risparmio (Acri), prevede una complessa attività di studio sul rapporto tra azione delle Fondazioni bancarie e processi di sviluppo locale e si articola in tre fasi principali.

La prima fase della ricerca prevede la messa a punto della metodologia di analisi dei vincoli e delle opportunità per il contesto locale e la predisposizione delle griglie di valutazione finalizzate all'analisi di contesto e all'individuazione della leva prioritaria di intervento su cui si dovrebbe concentrare l'intervento della Fondazione nel territorio di riferimento.

Nella seconda fase l'intervento dei ricercatori del Cesvi si concentrerà sulla messa a punto dei progetti operativi che le Fondazioni di origine bancaria adotteranno per rispondere alle sfide individuate e promuovere l'innovazione attraverso l'azione su una leva prioritaria di intervento.

La terza fase della ricerca sarà dedicata alla valutazione complessiva del programma e l'attività di monitoraggio in itinere dei singoli interventi. Al termine della terza fase sarà effettuata una valutazione finale dei progetti delle Fondazioni con la stesura di un rapporto complessivo.

Le Fondazioni coinvolte sono quelle della Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, Cassa di Risparmio di Biella, Cassa di Risparmio di Forlì, Cassa di Risparmio di Fossano, Cassa di Risparmio di Lucca, Cassa di Risparmio di Teramo, Cassa di Risparmio Salernitana e del Banco di Sicilia.

L'attività di ricerca e consulenza è coordinata da Carlo Trigilia, Luigi Burroni e Francesco Ramella, all'affiancamento delle attività delle Fondazioni lavoreranno Laura Azzolina, Filippo Barbera, Alberto Gherardini, Emmanuele Pavolini, Marcello Pedaci e Anna Maria Zaccaria.

 
Home page - AttivitÓ di ricerca e Seminari - AttivitÓ di Ricerca

Via delle Pandette, 21
50127 Firenze (FI)

telefoni - fax
email - PEC

|sedi - mappe

Marsilius - Motore di ricerca dell'Ateneo Fiorentino - logo
 
- progetto e idea grafica CSIAF - contenuti e gestione a cura del Centro - Responsabile Tecnico del sito